ultime dal campo

Pari meritato al 90′ per la Giana

Emozioni a go go a Gorgonzola per l’ottavo turno di campionato di Lega Pro tra la Giana e il Pavia, in una partita che ha riservato sentimenti contrastanti fino all’ultimo secondo di gioco. La squadra di casa ha giocato una partita onorevole, disputata con spirito di grande sacrificio e umiltà specialmente quando si è trovata in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo. Nel primo tempo gli ospiti non hanno mai impensierito la retroguardia della Giana, un solo tiro in porta di Ferretti al 30′ agevolmente parato dall’ottimo Sanchez, mentre per i biancazzurri quattro limpide occasioni due con Sasà Bruno, una clamorosa con Bonalumi di testa dentro l’area e una con Gasbarroni da fuori area. La svolta a fine primo tempo quando l’arbitro Giua mandava anzitempo negli spogliatoi per doppia ammonizione Grauso, che subentrato al 25′ all’infortunato Pinto in meno di venti minuti rimediava ingenuamente i due cartellini gialli. Nella ripresa mister Albè ripropone la difesa a tre, che ben si è comportata a Cittadella, con Perico, Solerio e Bonalumi, e sostituendo Gasbarroni non ancora completamente recuperato, con Rossini esterno destro e Augello esterno sinistro a spingere sulle fasce, a centrocampo Biraghi con Marotta e Sasà Bruno e Cogliati in attacco. Nel secondo tempo ancora due occasioni per i padroni di casa con Bruno e Cogliati, ma al 74′ il Pavia passa in vantaggio grazie ad un passaggio filtrante di Bellazzini che libera da solo in area Ferretti che a tu per tu con Sanchez lo infila rasoterra. Vantaggio che premia oltre misura una squadra rinunciataria che non ha fatto proprio nulla per meritarlo e che a questo punto cerca di controllare il gioco con un possesso di palla tra difesa e centrocampo e con tante perdite di tempo che hanno indispettito il pubblico gorgonzolese. Al 76′ entra Perna per Cogliati, che con la solita generosità lotta su tutti i palloni pressando sia i difensori avversari che gli attacanti e guadagnando una punizione dal limite che Biraghi per pochissimi centimetri non riesce a trasformare in rete. Qualche minuto dopo è Bruno a tirare una semi-rovesciata da dentro l’area che sfiora il palo alla sinistra del portiere ospite. Quando oramai sembrava tutto compromesso invece arriva rigore in favore della Giana causato dal nuovo entrato Sabato che colpisce la palla con la mano,  su un cross da sinistra. Sasà Bruno spiazza il portiere e infila il pari. Risultato giusto ….. non proprio, perché la squadra di Albé avrebbe ampiamente meritato l’intera posta in palio, ha sempre lottato anche in 10 contro 11, ha cercato prima il vantaggio e poi una volta in svantaggio, ha orgogliosamente continuato a giocare da squadra vera, cercando in ogni modo di raggiungere il meritato pari. Una squadra che non si può non apprezzare, un gruppo molto determinato mai domo neanche davanti alla sfortuna o agli errori arbitrali. Il maggior pregio è proprio questa sicurezza nei propri mezzi, la consapevolezza che con un gioco semplice e con una buona disposizione tattica si possa raggiungere l’obiettivo della salvezza. Se proprio volessimo trovare un difetto è quello di non riuscire ad andare in gol con facilità, tante occasioni create ma poche trasformate, solo otto gol nelle prime otto giornate. Sabato pomeriggio trasferta insidiosa a Mantova con l’auspicio di una grande prestazione e, con un po di fortuna, con la speranza di portare a casa i primi tre punti esterni.

Giana Erminio (4-3-3) Sanchez 6,5, Perico 7, Solerio 7, Bonalumi 6,5, Augello 6,5, Pinto SV. (dal 25′ Grauso 4), Biraghi 6,5, Marotta 6,5, Cogliati 6 (dal 76′ Perna 7), Bruno 7, Gasbarroni 6 (dal 46′ Rossini 6,5). A disposizione: Dini, Sosio, Costa, Grauso, Brambilla, Sanzeni, Rossini, Romanini, Capano, Polenghi, Perna. Allenatore: Cesare Albè.

Pavia Facchin, Abbate, Martin, La Camera, Malomo, Siniscalchi, Ghiringhelli, Marchi A., Ferretti, Cesarini, Bellazzini. A disposizione: Fiory, Cristini A., Sabato, Biasi, Marino, Cardin, Pavan, Cristini M. Buongiorno, Carraro, Grbac, Anastasia. Allenatore Sig. Michele  Marcolini.

Arbitro: Sig. Antonio Giua di Pisa;  Assistenti: Sig. Andrea Berti di Prato e Marco Pancioni di Arezzo.

Marcatori: al 74′ Ferretti (P), al 90′ Bruno (G)
Ammoniti: Grauso Bonalumi Biraghi Abbate Bellazzini
Spettatori: 1.083
Recupero: 
2′ pt, 4′ st.
Espulsi: Grauso (G) al 35′, Sabato (P) al 92′

8° Giornata
Albinoleffe2:0Cittadella
Giana E.1:1Pavia
Reggiana1:0Cremonese
Alessandria4:1Renate
Lumezzane2:0Pordenone
Bassano1:0Pro Patria
Padova3:0Mantova
Cuneo3:1Süd Tirol
Pro Piacenza0:0Feralpi Salò
Classifica Lega Pro Girone A
#SquadraPtiGVNP++/-
1Reggiana18853014212
2Bassano V.1885301248
3Cittadella1785211275
4Pavia1685121688
5Alessandria1484221266
6Padova128332972
7Feralpisalò1283321073
8Lumezzane128404981
9Pordenone1182511082
10Sudtirol118323910-1
11Cremonese108242871
12Giana Erminio108242880
13Cuneo9830510100
14Mantova88224812-4
15Pro Piacenza78143513-8
16Albinoleffe68206611-5
17Renate48044212-10
18Propatria08008424-20
Calendario Giana – Lega Pro Girone A
  1ªGIANALumezzane2:1Perico BrunoV
  2ªRenateGIANA1:1PernaN
  3ªGIANACuneo1:0RossiniV
  4ªReggianaGIANA0:0 N
  5ªGIANAPro Piacenza1:2 BrunoP
  6ªGIANABassano V.2:2 Rossini RomaniniN
  7ªCittadellaGIANA1:0 P
  8ªGIANAPavia1:1 BrunoN
  9ªMantovaGIANA  
10ªGIANASudtirol  
11ªAlbinoLeffeGIANA  
12ªGIANAPro Patria  
13ªAlessandriaGIANA  
14ªCremoneseGIANA  
15ªGIANAPadova  
16ªFeralpiSalòGIANA  
17ªGIANAPordenone  
Pari meritato al 90′ per la Giana ultima modifica: 2015-12-23T11:11:18+00:00 da Francesco Inzitari
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Follow by Email
Facebook
YouTube
Instagram