ultime dal campo

Al vaglio del Consiglio Direttivo della Lega Pro le iscrizioni dei 59 club

Al vaglio del Consiglio Direttivo della Lega Pro le iscrizioni dei 59 club

Si è tenuto nel pomeriggio del 1° luglio 2018, il Consiglio Direttivo della Lega Pro per valutare e analizzare le iscrizioni al campionato 2018/2019. Il Consiglio ha comunicato che sono 59 le iscrizioni presentate dai club, spetterà adesso agli organi federali competenti di valutare la presenza dei requisiti previsti dal Sistema delle Licenze Nazionali.

A seguito di tale disamina, il Consiglio Direttivo di Lega Pro ha deliberato di scrivere al Commissario Straordinario in ordine alla necessità di modificare l’art. 52 e 53 NOIF (Norme Organizzative Interne alla Figc) relativo al tittolo sportivo e alla revoca delle licenze, così come l’art. 10 e 21 del Codice di Giustizia sportiva (doveri e divieti in materia di tesseramenti, trasferimenti, cessioni e controlli societari) introducendo la previsione della esclusione dal Campionato per le società recidive rispetto agli adempimenti di cui all’art. 85 NOIF (informativa periodica alla Co.Vi.So.C. sugli adempimenti delle società partecipanti al Campionato di Serie C).

Il Consiglio ha sottolineato l’esigenza di rivedere alcune modalità di iscrizione, chiedendo di rendere non più differibili la presentazione di alcuni adempimenti (assegno, fidejussione) rispetto alla data della scadenza prevista per la domanda di iscrizione al campionato.
Fino ad oggi le cose funzionavano così: i club presentavano la domanda di iscrizione che poi veniva valutata dagli organi competenti, in caso di irregolarità tutto rientrava con qualche penalizzazione, ma intanto l’iscrizione era stata accettata.
Le nuove modifiche proposte dalla Lega Pro, mirano a valutare la recidività: chi non ha pagato gli stipendi, o chi ha già palesato problemi economici o burocratici, non può sbagliare di nuovo, pena l’esclusione.
Solo così ci sarà equità e credibilità di un intero sistema, salvaguardando la regolarità delle competizioni (vedi Arezzo o Vicenza).

Si sono, inoltre, affrontate le tematiche afferenti alle proposte di modifica del minutaggio, sulle quali si era espressa l’Assemblea dei Club di Lega Pro, lo scorso 7 maggio, per incentivare l’impiego dei giovani, ma che comunque nella sostanza conferma che gli over in rosa restano 16.
Art. 1 Lista Calciatori
Art. 1.1. Le società, indipendentemente dal numero dei calciatori tesserati, nelle gare ufficiali di Campionato devono, pena le sanzioni previste dal successivo comma 5, utilizzare la “lista calciatori”, composta da un massimo di 22 calciatori come di seguito specificato:
A) fino ad un massimo di n. 14 calciatori nati antecedentemente al 1 gennaio 1996;
B) fino ad un massimo di un calciatore che, indipendentemente dall’età, sia stato tesserato per la medesima Società per almeno quattro stagioni sportive anche non consecutive (escludendo dal calcolo la stagione in corso) (calciatore bandiera)
;
C) fino ad un massimo di un calciatore che, indipendentemente dall’età, sia cresciuto nel settore giovanile del club. Per essere considerato tale il calciatore dovrà essere stato tesserato per la medesima Società per almeno quattro stagioni sportive anche non consecutive nelle squadre agonistiche del settore giovanile del club (Berretti, Under 17, Under 15, Allievi Prov/Reg; Giovanissimi Prov/Reg, Esordienti) (calciatore settore giovanile).
D) i rimanenti posti della lista potranno essere occupati da calciatori nati successivamente al 1° gennaio 1996 (classe di età 1996 e 1997);
Art. 1.2 I calciatori nati successivamente al 1° gennaio 1998 potranno essere utilizzati senza limitazioni nel numero e senza necessità di inserimento nella lista.

Nel corso dell’incontro, inoltre, in relazione al progetto 3 P_Patto-Passione_Partecipazione, che punta con una serie di iniziative a riportare le famiglie allo stadio e a premiare le azioni virtuose di club e tifoserie, è stata individuata l’Alessandria Calcio come vincitrice. Il progetto è nato dalla sinergia tra Lega Pro e Osservatorio per le Manifestazioni Sportive.

Le 59 squadre che hanno presentato la domanda di iscrizione.

Le 4 retrocesse dalla serie B
Novara, Pro Vercelli, Ternana ed Entella

Le 9 promosse dalla Serie D
Gozzano, Pro Patria, Virtus Verona, Rimini, Albissola, Vis Pesaro, Rieti, Potenza e Vibonese.

Serie C Girone A – 16 club

R. Siena, Pisa, Monza,Viterbese, Alessandria, Carrarese, Piacenza, Pistoiese, Giana Erminio, Pontedera, Lucchese, Olbia, Pro Piacenza, Arzachena, Arezzo e Cuneo.

Serie C Girone B – 15 club

Sudtirol, Sambenedettese, Reggiana, Feralpisalò, Albinoleffe, Renate, Pordenone, Mestre, Triestina, Ravenna, Fermana, Fano, Teramo, Gubbio e Vicenza.

Serie C Girone C – 15 club

Catania, Trapani, Juve Stabia, Monopoli, Rende, Casertana, Sicula L, V.Francavilla, Bisceglie, Catanzaro, Siracusa, Reggina, F.Andria, Matera e Paganese.

Al vaglio del Consiglio Direttivo della Lega Pro le iscrizioni dei 59 club ultima modifica: 2018-07-04T16:22:02+00:00 da Francesco Inzitari
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Follow by Email
Facebook
YouTube
Instagram