ultime dal campo

Una Giana sprecona si fa raggiungere nei minuti finali

Cuneo Giana 2-2 Lega Pro Girone A ilovegiana.it Cuneo Giana 2-2 - ilovegiana.it

Pareggio a Cuneo che lascia l’amaro in bocca dopo aver disputato una partita quasi perfetta, sprecando, oltre che un rigore sul punteggio di 1-2,  almeno altre tre occasioni di chiudere la partita quando appunto si era già in vantaggio. Per fortuna che le dirette concorrenti alla salvezza hanno perso (Lumezzane in casa, Mantova e Renate in trasferta) alleggerendo un pochino la rabbia dei due punti gettati al vento nei minuti finali, facendoci guadagnare almeno un punticino sulla zona play out.
Nel primo tempo la Giana ha controllato la partita senza affanni, lo dimostra il fatto che il Cuneo non ha mai effettuato alcun tiro nello specchio della porta e nemmeno ha avuto una sola azione pericolosa, al contrario dei Biancazzurri che con Cogliati e Gasbarroni hanno impensierito i padroni di casa. Al 42′ il vantaggio con Perico che prima si procura una punizione dal limite, con Gasbarroni che pennella una parabola che si va a stampare sul palo e Simone che è lesto ad anticipare tutti ed infilare in rete per 1 a zero.
Nel secondo tempo la gara cambia completamente con il Cuneo costretto a rischiare, portandosi in avanti abbandonando ogni schema nel tentativo di recuperare, lasciando agli uomini di Albè delle praterie dove Cogliati e Gasbarroni sono andati a nozze creando scompiglio nella difesa locale, ma non riuscendo a dare il colpo del KO definitivo. All’53′ mister Iacolino effettua il primo cambio inserendo Chinellato, un ariete dotato di un gran fisico, nel tentativo di sfondare la difesa lombarda, fino a quel momento mai in sofferenza. E il nuovo entrato lo ripaga con una doppietta, prima agguanta il pari al 65′ con un colpo di testa su calcio d’angolo e successivamente, dopo il nuovo vantaggio della Giana, ancora di testa all’85’ con l’aiuto di Paleari che non trattiene.
In mezzo ai due goal, peraltro casuali frutto più della voglia di riprendere il risultato che di valide giocate, le innumerevoli occasioni sprecate dalla Giana per chiudere un match che sembrava in totale controllo.

Al 77′ la perla di Cogliati per il nuovo vantaggio della Giana (1-2), un goal pazzesco in stile Messi, con Pietro che fa fuori tutta la difesa ospite con una serpentina che lo porta a tu per tu con il portiere del Cuneo, facendo sedere Tunno e mettendo in rete con una facilità da vero fuoriclasse. All’85’ è ancora Cogliati che driblla mezza difesa avversaria e viene fermato fallosamente in area per il rigore che sembra chiudere i giochi. Gasbarroni dal dischetto cambia angolo rispetto a sette giorni fa contro il Renate, ma Tunno intuisce e nega il 3 a 1 per la Giana. Un minuto dopo la beffa: su punizione di Ruggiero cross in area per Chinellato che di testa indirizza verso la porta una palla centrale che Paleari intuisce ma incredibilmente non la trattiene. Il Cuneo riesce così nuovamente a recuperare il pareggio (2-2), ringraziando per il regalo. Non è ancora finita quando all’89’ ancora Gasbarroni voglioso di riscattare l’errore dal dischetto, con una punizione dal limite dell’area, colpisce in pieno il palo a portiere battuto.
Delusione tra i biancazzurri per una vittoria sfumata nei minuti finali, e tanti rimpianti per le occasioni sciupate.

CUNEO-GIANA ERMINIO 2-2

Cuneo: Tunno, Franchino, Quitadamo, Cavalli, Conrotto, Rinaldi, Barale (Bonomo 64′), Gatto, Cristofoli, Ruggiero, Banegas (Chinellato 53′). A disp: Cammarota, Bonomo, Campana, Scapinello, Ottobre, Corsini, Chinellato. Allenatore: Salvatore Iacolino

Giana Erminio: Paleari 5, Perico 7, Solerio 6,5, Marotta 6, Bonalumi 6,5, Polenghi 6,5, Pinto 6,5 (Rossini 81′ sv), Grauso 6,5, Cogliati 7,5, Gasbarroni 6, Augello 6,5. A disp: Sanchez, Sosio, Costa, Montesano, Biraghi, Greselin, Brambilla, Sanzeni, Rossini, Capano, Romanini. Allenatore: Cesare Albè.

Direttore di gara: Signor Niccolò Pagliardini di Arezzo. Assistenti: Signori Marco Pancioni di Arezzo e Sante Selicato di Siena.

Marcatori: Perico 43′, Chinellato 65′, Cogliati 77′, Chinellato 85′.

Recupero: 0′ pt, 3′ st

Ammoniti: Rinaldi 42′, Perico 52′, Cavalli 54′, Quitadamo 61′, Franchino 63′, Pinto 69′, Conrotto 88′.

Una Giana sprecona si fa raggiungere nei minuti finali ultima modifica: 2016-01-31T12:31:34+00:00 da Francesco Inzitari

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*