ultime dal campo

Il muro del Racing blocca la cavalcata Biancazzurra: finisce 1 a 1

Alessio Iovine Risultato 30 giornata lega pro Racing Roma Giana 1-1 Alessio Iovine e la sua particolare esaultanza da discobolo

Roma, 18.03.2017 – Non è arrivata la vittoria, per un soffio, per mancanza di lucidità sotto porta, per bravura del portiere, ma paradossalmente questa partita rafforza le convinzioni del gruppo di essere una grande squadra. E’ vero che termina la striscia di vittorie consecutive (4) ma è altrettanto vero che i Biancazzurri hanno giocato un secondo tempo divino, chiudendo la  nella loro metà campo e creando sei-sette chiare occasioni da rete che solo con un pizzico di fortuna in più avrebbero dato i tre punti alla squadra di Albè.
Anche nel primo tempo i Biancazzurri hanno avuto delle buone occasioni, ma a livello di gioco non è stata una supremazia evidente, forse condizionati inizialmente dalla paura di sbagliare su un campo indegno per i professionisti, ma troppi palloni sono stati buttati in avanti snaturando le qualità del bel gioco che hanno caratterizzato la bella stagione della Giana.

Quando però hanno deciso di premere sull’acceleratore, hanno preso la gara in mano costringendo i padroni di casa in difesa, rintanati nella loro metà campo. Con il pressing alto li hanno messi alle corde, e per lunghi tratti addirittura chiusi nella loro area di rigore, con conclusioni a ripetizione che solo per puro caso non si sono concretizzati. Una supremazia evidente che non si è materializzata nel risultato finale, non un passo indietro …. la Giana è più che viva ed è la squadra che in questo momento gioca il miglior calcio del girone, con margini di miglioramento che potrebbero far lievitare le possibilità di ben figurare nei play-off  se non addirittura puntare alla promozione in B. E’ su questo aspetto che bisognerà lavorare per realizzare un sogno, una cavalcata inaspettata e inarrestabile, ma che a questo punto della stagione, senza nulla da perdere, diventa l’obiettivo primario.

Nel girone di ritorno, nelle undici partite giocate, la Giana Erminio ha conquistato 23 punti (7 v. 2 p. 2 s.), con 20 reti realizzate e 11 subite ed è quindi in testa, insieme alla Pro Piacenza, a questa particolare classifica. Addirittura per trovare l’ultima sconfitta lontano da Gorgonzola bisogna andare molto indietro nel tempo: il 9 ottobre 2016 quando si è disputata l’ottava giornata del girone di andata con la sconfitta in terra sarda ad Olbia (3-2) dopo un primo tempo straordinario chiuso sul 2 a 0. Cinque mesi di imbattibilità esterna, 11 partite giocate e 23 punti in bacheca con 6 vittorie e 5 pareggi, 19 reti all’attivo e 9 al passivo, sono numeri da primato e lasciano ben sperare per il futuro.

Da queste considerazioni nasce la convinzione che la strada imboccata è quella giusta, che sia quella che porterà alla serie B lo vedremo, intanto bisogna evidenziare che non solo i numeri promuovono i Biancazzurri ma anche la qualità del gioco espresso e gli attestati di stima di quasi tutti gli avversari affrontati.

Tornando alla partita disputata, mi limito ad elencare solo le occasioni più importanti:

  • 14′ Chiarello calcia fuori da posizione centrale appena entrato in area
  • 25′ Bonalumi di testa su calcio d’angolo sfiora il palo
  • 31′ Okyere di testa colpisce la traversa
  • 35′ Iovine con un gran tiro sfiora la traversa
  • 40′ il goal di Iovine, grazie a Sasà Bruno che controlla in area e di tacco serve l’accorrente Iovine che calcia di prima intenzione e batte il portiere per il primo goal in maglia Biancazzurra
  • 48′ Sasà Bruno da fuori area, ma il suo sinistro a giro esce di poco
  • 51′ Perico aggancia una conclusione di testa di Bonalumi da corner e mette in rete ma per il direttore di gara è in fuorigioco (per noi è molto dubbio)
  • 53′ Montesano da lunga distanza impegna l’ottimo estremo difensore di casa che smanaccia in angolo
  • 57′ Iovine a botta sicura ma un difensore salva quasi sulla linea
  • 66′ Okyere di testa devia una punizione di Pinardi, la palla finisce alta
  • 72′ Sasà Bruno tira al volo su un cross, ma il portiere Reinholds è pronto a deviare in corner
  • 74′ l’occasione più ghiotta, Sasà Bruno al volo di sinistro colpisce la traversa a portiere battuto, la palla arriva a Iovine che rimette verso il bomber un cross vellutato che Sasà indirizza a rete di potenza rasoterra e anche in questa occasione il portiere compie un miracolo deviando con i piedi in angolo
  • 76′ altro goal annullato, da una punizione di Augello, Iovine è il più lesto e insacca in questo caso il fuorigioco è veramente molto dubbio ma il guardalinea alza lo stesso la bandierina perché probabilmente ingannato dalla posizione di un altro giocatore della Giana, mentre Alessio arriva da dietro
  • 83′ Bonalumi da solo in area aggancia di testa un cross di Pinardi ma conclude centrale tra le braccia del portiere.

Tante occasioni che non hanno portato alla vittoria ma che comunque denotano la grande voglia di portare a casa la quinta meraviglia consecutiva e a fine partita i volti dei ragazzi di Albè lasciavano trasparire la delusione, segno che tenevano tantissimo alla vittoria e il pari, risultato certamente positivo, non li ha soddisfatti a pieno. Un atteggiamento che ci piace molto, ma che non abbiamo potuto costatare per il silenzio imposto dalla società ai ragazzi, un silenzio che dura da troppo tempo e che non ha alcuna ragione valida …. A voi le considerazioni!

RACING ROMA-GIANA ERMINIO 1-1

Racing Roma (4-3-1-2): Reinholds, De Sousa, Ungaro, Vastola, Majtan (Calabrese 83′), Bigoni, Ricciardi, Caldore, Corticchia (Pollace 78′), Paparusso, D’Attilio (Selvaggio 68′). A disp: Savelloni, Macellari, Selvaggio, Steri, Massimo, Calabrese, Testi, Pollace, Maestrelli, Loglio, Frison. Allenatore: Giuliano Giannichedda

Giana Erminio (3-4-1-2): Viotti, Perico, Bonalumi, Montesano, Iovine, Marotta, Pinardi, Augello, Chiarello (Appiah 78′), Bruno, Okyere (Perna 68′). A disp: Sanchez, Sosio, Rocchi, Biraghi, Capano, Pinto, Perna, Ferrari, Appiah. Allenatore: Cesare Albè

Direttore di gara: Signor Giosué Mauro D’apice di Arezzo. Assistenti: Signori Lorenzo Li Volsi di Firenze e Alessio Berti di Prato

Marcatori: Iovine 40’, De Sosusa 43’
Recupero: 0’ pt, 3’ st
Angoli: 4-12
Spettatori: 200 circa
Ammoniti: Bigoni 60′, Caldore 72′.

Il muro del Racing blocca la cavalcata Biancazzurra: finisce 1 a 1 ultima modifica: 2017-03-19T15:06:46+00:00 da Francesco Inzitari

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*