ultime dal campo

L’Arezzo passa nel recupero, alla Giana Erminio il merito di aver lottato per la vittoria

Giana Arezzo 2 3 L'esultanza di sasà Bruno al goal del 2 a 2

Gorgonzola, 02 settembre 2017 – Non è bastato un secondo tempo generoso per evitare una sconfitta amara, arrivata nel terzo minuto di recupero quando l’Arezzo realizza il goal vittoria a seguito di un calcio d’angolo, in mischia, con un sospetto tocco di mano di Sabatino.
Diciamo subito che la Giana Erminio ha regalato il primo tempo ai toscani, passati in vantaggio al 2° minuto di gioco con Cutolo bravo a defilarsi sulla fascia destra, poi controlla bene la sfera, rientra sul sinistro e dal limite fulmina Sanchez con una parabola sul palo opposto.
Pronti e via e la squadra di Albè si trova sotto di una rete contro una squadra che per tutta la prima frazione sembrava più in palla e fisicamente superiore. Bisogna dire che i Biancazzurri hanno dovuto rinunciare al suo uomo più tecnico e dalla quale passa tutto lo sviluppo del gioco, Alex Pinardi che durante il riscaldamento accusa un problema all’inguine e viene sostituito da Pinto, autore di una gara superlativa sia per intensità che per temperamento. Daniele ha lottato come un leone, ha preso in mano il centrocampo e ha cercato di impostare lo sviluppo delle azioni nel migliore dei modi, poco assistito da un Marotta stranamente in ombra.
Sotto di un goal e con i toscani in palla e ben chiusi in difesa, la Giana soffre per tutto il primo tempo e al 30° minuto arriva il primo dei due rigori in favore dell’Arezzo, che un bravissimo Pablo Sanchez neutralizza con un gran volo sulla sua destra, ma sul secondo al 35° Moscardelli cambia lato e realizza il 2 a zero nonostante il tocco di Sanchez.
Per la Giana una sola occasione sul finire del tempo, quando Rocchi aggancia una palla a seguito di un angolo, ma la conclusione si impenna e finisce alta.

Tutta un’altra musica nella ripresa, la Giana Erminio cambia ritmo e Bardelloni dopo pochi minuti ha la palla in area per riaprire il match, ma spreca con un tiro debole e centrale. Al 55° doppio cambio per mister Albè, che inserisce Foglio per Sosio e Perna per Greselin. I nuovi entrati danno quella scossa ulteriore e i Biancazzurri diventano protagonisti assoluti e padroni del campo.
Al 65° arriva il rigore per la Giana che riapre la partita, Foglio dalla sinistra entra in area e viene atterrato da due difensori dell’Arezzo, per Sasà Bruno è una formalità e spiazza il portiere per 1-2. Al 70° Sasà Bruno riporta in parità la partita, Iovine dalla destra mette in mezzo un bel cross teso che il bomber napoletano trasforma in oro, dopo aver concluso sul palo il primo tentativo, ribadisce in rete da distanza ravvicinata per il 2 a 2.
La Giana non si accontenta e continua a gettarsi in avanti con tutti gli uomini nel tentativo di conquistare la prima vittoria stagionale, schiacciando gli ospiti nella propria area e esponendosi a qualche contropiede. L’Arezzo alle corde si difende come può e addirittura nei minuti di recupero a seguito di un calcio d’angolo, il difensore Sabatino pur toccando con la mano, riesce a mettere dentro la palla della vittoria e beffare una generosa Giana Erminio gelando il Citta di Gorgonzola.

Per la Giana una sconfitta pesante, sarebbe stato più giusto il pareggio, ma nel calcio quello che conta è mettere dentro la palla nella rete (… anche se aiutati dalla mano di “Dio” e dalla fortuna).
Delusione in sala stampa per mister Albè, che comunque invita tutti a non drammatizzare e a continuare a lottare come nella seconda parte della gara.

GIANA ERMINIO-AREZZO 2-3

Marcatori: Cutolo 2’ pt, Moscardelli 36’ pt (rig.), Bruno 19’ (rig.) e 24’ st, Sabatino 48’ st

Giana Erminio (3-4-1-2): Sanchez, Bonalumi, Rocchi (Perico 22’ st), Montesano, Sosio (Foglio 11’ st), Pinto, Marotta, Iovine, Greselin (Perna 11’ st), Bruno, Bardelloni (Chiarello 45’ st). A disp: Taliento, Perico, Concina, Seck, Foglio, Chiarello, Capano, Degeri, Pinardi, Perna, Caldirola. Allenatore: Cesare Albè

Arezzo (4-3-3): Borra, Talarico, Ferrario, Rinaldi, Sabatino, Corradi, Cenetti, Foglia (Yebli 32’ st), D’Ursi, Moscardelli (Di Nardo 28’ st), Cutolo (Luciani 21’ st). A disp: Ferrari, Yebli, Flavio, Ravanelli, Luciani, De Feudis, Di Nardo, Criscuolo, Gerardini, Quero, Franchetti, Disanto. Allenatore: Claudio Bellucci.

Recupero: 2’ pt, 4’ st
Angoli: 6-4
Ammoniti: Corradi 3’ st, Pinto 7’ st
Espulsi: Pinardi (dalla panchina) 47’ pt
Spettatori: 804 (405 paganti)

L’Arezzo passa nel recupero, alla Giana Erminio il merito di aver lottato per la vittoria ultima modifica: 2017-09-02T20:47:40+00:00 da Redazione

1 Commento su L’Arezzo passa nel recupero, alla Giana Erminio il merito di aver lottato per la vittoria

  1. 2partite 0punti 3rigori contro 6gol subiti…e nn criticate albe’perche’e’un bel po’che nn allena piu’…lui delega

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*