ultime dal campo

Giana Arezzo 0-0 … un giusto pareggio!

www-ilovegiana-it-editoriale-15-giana-erminio-arezzo-0-0 lega pro girone a

Gorgonzola 25.11.2016 – Si dividono un punto a testa Giana e Arezzo nell’anticipo della 15° giornata di Lega Pro allo stadio Città di Gorgonzola, con un buono spettacolo su un campo pesante per la pioggia, con tante azioni interessanti … anche se privo di goal.
Per la verità Tommaso Lella era riuscito subito, ad inizio gara, a perforare il giovane poriere Borra, ma continua la “maledizione” delle reti annullate ai Biancazzurri …. oramai non si contano più! L’arbitro annulla per un presunto fallo di Tommy, sembra invece che sia il nostro bomber ad essere trattenuto per la maglia quando cerca di anticipare il difensore …..

La partita comunque è stata giocata alla pari da due ottime squadre, l’Arezzo del bravissimo tecnico Stefano Sottili (l’hanno scorso alla guida del Bassano) che per l’occasione cambia modulo ai toscani, passando al 4-3-3 sacrificando la “stella” Moscardelli, proprio per timore dei Biancazzurri e questo ci riempie d’orgoglio … la Giana è una squadra oramai rispettata e temuta in ogni campo, per quello che è riuscita a fare in questi anni, un calcio propositivo fatto di possesso palla sempre finalizzato alla ricerca della rete.

Anche in questa occasione i ragazzi di Cesare Albè hanno fatto la partita, costruendo la propria ragnatela a centrocampo con una serie di passaggi alla ricerca del varco giusto, questo grazie alla doppia regia di Marotta e Pinardi che con la loro tecnica riescono a gestire al meglio la fase di impostazione. Nel primo tempo sembrava che la Giana potesse, da un momento all’altro, riuscire a prevalere sui toscani, ma l’Arezzo si è sempre ben difeso e anzi, grazie alla velocità dei suoi attaccanti, ha ribattuto colpo su colpo colpendo anche un palo con Polidori al 20′.

Qualche minuto dopo al 25’ Lella mette un bel filtrante in area per Sasà Bruno, che anticipa il difensore ma tocca a lato pressato e sbilanciato nel corpo a corpo da Milesi. Una ghiotta occasione per il bomber campano alla ricerca dell’ottavo sigillo in campionato. Al 40° Alex Pinardi, fino a quel momento tra i migliori, esce dal campo per un problema fisico e la Giana perde un preziosissimo punto di riferimento.

Inizia il secondo tempo e subito l’Arezzo si fa vedere pericoloso con due/tre azioni in velocità dalle parti di Viotti che è sempre presente, concentrato e reattivo. Su Polidori al 60° l’intevento più difficile, d’istinto riesce a respingere un potente tiro ben indirizzato sotto la traversa anche se non angolato. I Biancazzurri in qualche occasione rischiano più del solito con la difesa a 3 sull’uno contro uno, in contropiede, così Albè cambia mettendosi con un 4-4-2  con il subentrato Perna, ancora ottimo impatto sulla gara, che agisce da esterno destro. Il cambio tattico sembra dare i suoi frutti e negli ultimi 10′ minuti di gara, con grande carattere e generosità, la Giana ha la forza di creare due limpide occasioni per sbloccare la partita, con Andrea Montesano di testa (di poco alto sulla traversa) e poi con Riccardo Chiarello che il portiere respinge. Al 92′ l’occasionissima per Gullit Okyere che manca la deviazione a due metri dalla porta, su un cross rasoterra anticipando l’avversario sul primo palo. Giusto comunque il pari, bisogna dar merito agli avversari che hanno meritato di uscire indenni dal Città di Gorgonzola.

Si chiude così il ciclo delle partite difficili coinciso con il mese di novembre, quattro gare contro quattro squadre più avanti in classifica e posizionate nei primi sette posti: Renate (2-2), Alessandria (1-1), Piacenza (0-1) e Arezzo (0-0) … due pareggi in casa, una vittoria e un pareggio fuori, 6 punti su 12 disponibili ma soprattutto imbattuti!!!!

GIANA ERMINIO-AREZZO 0-0

Giana Erminio (3-4-1-2): Viotti; Perico, Montesano, Solerio; Iovine (Okyere 85′), Pinardi (Biraghi 40’), Marotta, Augello; Chiarello; Lella (Perna 66′), Bruno. A disp: Sanchez, Tremolada, Bonalumi, Rocchi, Sosio, Biraghi, Greselin, Capano, Perna, Okyere, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè

Arezzo (4-3-3): Borra; Luciani, Milesi, Solini, Sabatino; Foglia (Rossetti 89′), De Feudis, Corradi; Grossi, Polidori (Moscardelli 90′), Arcidiacono (Bearzotti 84′). A disp: Benassi, Masciangelo, Moscardelli, Erpen, Garbinesi, Demba Pape, Ba, Bearzotti, Sirri, Rossetti. Allenatore: Stefano Sottili.

Direttore di gara: Signor Signor Daniele Viotti di Tivoli. Assistenti: Signori Gianluca Sartori di Padova e Davide Moro di Schio.

Recupero: 1’ pt, 4’ st
Angoli: 3-4
Spettatori: 600 circa
Ammoniti: De Feudis 5’, Foglia 35’, Marotta 78′, Montesano 80′.

Il goal di Tommaso Lella annullato al 4′ – www.ilovegiana.it

Giana Arezzo 0-0 … un giusto pareggio! ultima modifica: 2016-11-26T18:19:24+00:00 da Francesco Inzitari

5 Commenti su Giana Arezzo 0-0 … un giusto pareggio!

  1. ho rivisto l’azione del gol annullato: se fossi dell’Arezzo ed avessero convalidato la rete sarei incazzato al cubo; fallo di Lella tutta la vita.

  2. Francesco Inzitari // 27 novembre 2016 a 22:31 // Rispondi

    … non sono d’accordo, guarda la foto, si vede come il difensore ha ben stretta la maglia di Lella … Tommaso con un movimento in anticipo fa ruotare il difensore perché è saldamente attaccato alla sua maglia, se tu hai visto e rivisto il fallo di Lella fammi capire in che modo commette il fallo?

  3. ANTONIO CASSAGHI // 29 novembre 2016 a 15:35 // Rispondi

    ad una squadra di vertice quel gol di lella l’avrebbero convalidato
    a noi annullano sempre qualche cosa ciao

  4. si vede dal replay di Sportube che Lella spinge a due mani sulla schiena del difensore che poi cadendo tira la maglia a Lella. Il fatto che ci abbiano portato via 4 punti al comunale è indiscutibile, che ci tengano in scarsa considerazione, visti gli arbitri che ci mandano, è un opinione anche condivisibile; mettiamoci però anche nei panni degli avversari quando ci sono azioni che possono essere interpretate a loro favore: evidentemente l’arbitro, vedendo le mani appoggiate alle spalle ha fischiato il fallo di Lella e non il successivo tiro della maglia.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*