ultime dal campo

Giana agli ottavi: l’Alessandria fuori ai supplementari

coppa-italia-lega-pro-www-ilovegiana-it-giana-erminio-alessandria 3 1

Passa agli ottavi di finale la squadra che più ha voluto e cercato di vincere, la Giana che per la prima volta riesce a raggiungere gli ottavi di finale di Coppa Italia di Lega Pro, previsti per il prossimo 23 novembre contro la vincente tra Como e Cremonese (è probabile però che la partita sarà posticipata visto l’impegno della Giana di venerdì 25 novembre con l’Arezzo per l’anticipo della 15° giornata a causa della Fiera di Santa Caterina).

Le due squadre, che si incontreranno nuovamente domenica 20 novembre per la 13° giornata di Campionato, hanno rivoluzionato le rispettive formazioni titolari schierando coloro i quali hanno giocato meno minuti nella prima parte di stagione. I Biancazzurri con in panchina Viotti, Perico, Solerio, Marotta, Pinardi, Iovine, Bruno e Okyere (in tribuna) hanno giocato una partita generosa, con grande carica agonistica e tanta voglia di far bene contro una squadra che sta dominando il girone A della Lega Pro e che non conosce la parola sconfitta.
Gli ospiti, stra-favoriti per il passaggio del turno, si sono trovati in vantaggio, pur senza mai tirare in porta, su un regalo confezionato dall’arbitro Miele che ha assegnato un rigore molto generoso e così hanno cercato di amministrare il vantaggio immeritato.
I ragazzi di Albè non ci stanno e con caparbietà, volontà e dinamismo hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo provando a rimettere la gara nei binari giusti. Fioccano le occasioni, ci provano Pinto, Chiarello, Solerio, Lella e Perna ma il portiere è pronto a difesa della propria porta.
Quando sembrava che oramai non ci fosse più nessuna possibilità di agguantare il pari, a 6 minuti dalla fine Greselin subentrato a Pinto recupera palla sulla trequarti avversaria, si accentra e lascia partire un tiro potente che La Gorga intuisce e respinge senza trattenere la palla, sulla quale si avventa Perna che anticipa i difensori e insacca a porta vuota.

Si va ai supplementari e i Biancazzurri continuano ad attaccare con la voglia di ottenere un risultato impensabile alla vigilia e al 4’ minuto del primo tempo supplementare ottengono il meritato vantaggio: Chiarello parte da centrocampo in velocità saltando un uomo e creando la superiorità numerica, lancia per Tommaso Lella, che in velocità arriva quasi sul fondo e con un cross telecomandato serve il liberissimo Perna che appoggia facilmente in rete per la doppietta personale. Al 100′ minuto arriva il gol che chiude la contesa: ancora Lella protagonista, riceve palla al limite dell’area, controlla e si libera del difensore e con un fantastico bolide trafigge La Gorga per il 3 a 1 finale che porta i Biancazzurri in paradiso. Un goal bellissimo che sblocca il bomber Tommaso Lella che ne aveva proprio bisogno e che lo rilancia in vista dei numerosi impegni ravvicinati, una rete che gli darà il morale giusto dopo tutti i problemi fisici che ne hanno condizionato l’avvio di stagione.

Mister Albè in sala stampa ha così commentato: “Sono molto contento per la squadra, i ragazzi ci hanno messo l’anima e ci hanno sempre creduto. La nostra voglia di vincere è stata superiore a quella dell’Alessandria e questo ha fatto la differenza. Partiamo dal presupposto che questa è l’Alessandria di Coppa Italia priva dell’attacco titolare, ma perdere spiace a tutti, anche quando si gioca un’amichevole. Quando sono passati in svantaggio, i nostri giocatori si sono sentiti pungere sul vivo e hanno tirato su le maniche e con la volontà di riacciuffare il pari hanno disputato una bella gara, tutti anche quelli che sono entrati dopo. Con impegno e volontà sono state tante le occasioni create, tanto che ad un certo punto del secondo tempo, c’era la sensazione che l’Alessandria non si raccapezzasse più. L’entrata di Lella, prepotente, ha poi spaccato la partita. Abbiamo una bella rosa, ma la cosa positiva è l’orgoglio che ci hanno messo e la qualità che hanno mostrato”.

GIANA ERMINIO-ALESSANDRIA 3-1

Giana Erminio (3-4-3): Sanchez, Bonalumi, Rocchi, Montesano; Sosio, Biraghi, Pinto (Greselin 75′), Augello (Solerio 36’); Capano (Lella 58′), Perna, Chiarello. A disp: Viotti, Perico, Solerio, Tremolada, Pinardi, Marotta, Iovine, Greselin, Bruno, Lella, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè

Alessandria (3-4-3): La Gorga, Sosa, Gozzi (Mezavilla 46′), Cottarelli; Nicco, Branca, Barlocco, Sestu (Fischnaller 9’); Marconi, Iocolano (Spriano 66′). A disp: Bertoglio, Mezavilla, Fischnaller, M’Hamsi, Aramini, Sala, Spriano. Allenatore: Piero Braglia

Direttore di gara: Signor Davide Miele di Torino. Assistenti: Signori Alessio Berti di Prato e Lorenzo Meozzi di Empoli

Marcatori: Marconi 32’ rig, Perna 84′ e 94’ pts, Lella 100′ pts
Recupero: 2’ pt, 4’ st
Angoli: 10-4
Ammoniti: Cottarelli 49′, Biraghi 97’ pts, Marconi 111’ sts
Spettatori: 300 circa

Giana agli ottavi: l’Alessandria fuori ai supplementari ultima modifica: 2016-11-02T20:45:28+00:00 da Francesco Inzitari

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*