ultime dal campo

Cuneo corsaro, decide Anastasia …. ma quanti rimpianti!

4 Editoriale Giana Cuneo 0-1 Le proteste di Sasà Bruno

Seconda sconfitta in casa, dopo quella con l’Arezzo (2-3), e terza stagionale su 4 gare di campionato …. un inizio negativo inatteso per i Biancazzurri di Cesare Albè che, da quando militano in serie C (e Lega Pro), non avevano mai dovuto affrontare un avvio di stagione arenati nelle parti basse della classifica. Un raffronto con le passate stagioni che mette i brividi: 2 vittorie e 2 sconfitte nella scorsa stagione, 2 vittorie e 2 pareggi due stagioni fa, 1 vittoria 2 pareggi e 1 sconfitta all’esordio tra i professionisti.

Stagione in corso – Serie C 2017/18 – 1 punto

 4 15.09. 19:00 Giana Erminio Cuneo 0 : 1  
 3 10.09. 16:30 Pontedera Giana Erminio 1 : 1  
 2 02.09. 16:30 Giana Erminio Arezzo 2 : 3  
 1 27.08. 16:30 Pro Piacenza Giana Erminio 3 : 1  

Terza stagione in Lega Pro 2016/17 – 6 punti

4 14.09.2016 Cremonese Giana Erminio  2 : 0  
3 11.09.2016 Giana Erminio Como 1 : 3  
2 04.09.2016 Siena Giana Erminio 1 : 2  
1 28.08.2016 Giana Erminio Carrarese 2 : 1  

Seconda stagione in Lega Pro 2015/16 – 8 punti

 4 28.09.2015 Reggiana Giana Erminio 0 : 0  
 3 18.09.2015 Giana Erminio Cuneo 1 : 0  
 2 13.09.2015 Renate Giana Erminio 1 : 1  
 1 06.09.2015 Giana Erminio Lumezzane 2 : 1  

Prima stagione in Lega Pro 2014/15 – 5 punti

 4 20.09.2014 Pordenone Giana Erminio  0 : 0  
 3 14.09.2014 Giana Erminio Alessandria 0 : 2  
 2 10.09.2014 Bassano  Giana Erminio 1 : 1  
 1 05.09.2014 Giana Erminio Lumezzane 2 : 0  

Guardando i numeri e le statistiche, la Giana Erminio appare come una squadra in grande difficoltà …. in realtà le prime quattro giornate hanno si evidenziato la mancanza di risultati, ma hanno fatto vedere che la squadra c’è, è ancora motivata e ha voglia di risalire subito in classifica.
Bene nel primo tempo a Piacenza ma molto male nella ripresa, con l’Arezzo un primo tempo disastroso sotto di 2 a 0 (due rigori contro), ma nella ripresa una grandissima risposta dei Biancazzurri che hanno lottato alla grande, a Pontedera una buona Giana che meritava molto di più del pari finale e infine la deludente prestazione contro il Cuneo, più nel gioco che nelle occasioni.

I Biancazzurri sono sembrati lenti nello sviluppo del gioco, sempre in ritardo sulle seconde palle, privi di idee, a tratti in confusione. L’assenza della fantasia di Alex Pinardi si è fatta sentire, se poi anche Matteo Marotta non riesce a carburare come ci ha sempre abituati, il cammino diventa in salita! Nelle prime giornate Albè ha anche dovuto rinunciare a Chiarello e Perico, prestati alla Nazionale Universitari per i mondiali in Cina, due pedine importanti per gli equilibri del gioco dei Biancazzurri soprattutto in fase di finalizzazione, entrambi “vedono” la porta come i migliori cecchini d’attacco.

Quello che mi fa riflettere e che, nonostante una pessima prestazione, nel finale di gara i ragazzi erano riusciti a raddrizzare il punteggio con la bellissima semi-rovesciata di Sasà Bruno, ma lo scandaloso guardalinea ha fatto cambiare decisione al direttore di gara che, ha subito indicato il centro del campo decretando la validità della rete, salvo poi annullare il goal per un presunto fallo di Perna successivo all’entrata in rete del pallone. Mi vien da pensare che quindi per gli arbitri la palla calciata da Sasà Bruno non abbia completamente varcato la linea di porta e che il successivo tap-in di Perna sia stato considerato falloso …. no comment!
Nel recupero la traversa di Perico, con il successivo tiro di Perna, avrebbero potuto mettere tutti d’accordo con un bel pareggio che sarebbe stato il giusto premio per aver cercato di recuperare fino alla fine.

Domenica a Viterbo una trasferta proibitiva, almeno sulla carta, ma la squadra di Albè ha sempre dimostrato di ottenere più punti in trasferta di quanti ne abbia fatto in casa. La scorsa stagione i Biancazzurri espugnarono il campo della Viterbese con un rocambolesco 4 a 3 in una delle più belle partite del campionato, con una girandola di emozioni prima di gioia, poi di sconforto e infine un incredibile trionfo con la rete di Sasà Bruno nei minuti finali.

GIANA ERMINIO-CUNEO 0-1

Giana Erminio (3-4-1-2): Sanchez, Perico, Bonalumi, Montesano (Capano 36’ st), Iovine (Seck 23’ st), Marotta (Greselin 36’ st), Pinto, Foglio (Concina 14’ st), Chiarello (Perna 14’ st), Bruno, Bardelloni. A disp: Taliento, Sosio, Concina, Seck, Rocchi, Greselin, Capano, Caldirola. Allenatore: Cesare Albè

Cuneo (4-3-3): Stancampiano, Quitadamo, Conrotto, Boni, Testoni, Cristini (Gerbaudo 35’ st), Rosso, Provenzano (Secondo 35’ st), Aperi (Zamparo 24’ st

), Dell’Agnello, Anastasia. A disp: Bambino, Baschirotto, Mobilio, Zamparo, Gerbaudo, Martino, Boniperti, Genovese, Secondo, Pellini, Maresca, D’Ignazio. Allenatore: Massimo Gardano

Direttore di gara: Signor Francesco Raciti di Acireale. Assistenti: Signori Davide Meocci di Siena e Dario Garzelli di Livorno

Marcatori: Anastasia 6’ pt
Recupero: 0’ pt, 4’ st
Angoli: 7-3
Ammoniti: Cristini 36’ pt, Pinto 6’ st, Bruno 31’ st, Dell’Agnello 36’ st, Bardelloni 44’ st
Spettatori: 676

 

Cuneo corsaro, decide Anastasia …. ma quanti rimpianti! ultima modifica: 2017-09-17T18:09:43+00:00 da Francesco Inzitari

1 Commento su Cuneo corsaro, decide Anastasia …. ma quanti rimpianti!

  1. Ho visto scienza in tribuna sud(ottimo giocatore e anche allenatore).dovesse allenare la giana e’il benvenuto

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*