ultime dal campo

Batosta sarda: una Giana Erminio irriconoscibile inciampa a Olbia

Olbia Giana Erminio 3-0 calcio serie c girone a

Gorgonzola, 04.11.2017 – Pesante sconfitta in terra sarda per gli uomini di Cesare Albè che rimediano un secco tre a zero dall’Olbia, con una brutta partita in cui non sono mai riusciti ad esprimersi. La squadra sarda, molto concreta e poco spettacolare, è riuscita ad imbrigliare le fonti del gioco biancazzurro e lo sbocco sulle fasce, con Iovine che non è mai entrato in partita e con Pinardi e Marotta che hanno faticato a costruire la manovra, soprattutto dopo la rete del vantaggio della squadra sarda.
L’Olbia dopo lo scivolone nel derby contro l’Arzachena disputa una buona prova e si aggiudica meritatamente la vittoria, grazie alla rete di Ogunseye alla mezzora, al rigore di Ragatzu nella ripresa e al tris di Feola al 65′. Grande prova di Ragatzu che ha messo in difficoltà la difesa della Giana Erminio, con le sue finte e i suoi dribbling è sembrato a tratti immarcabile.
L’Olbia si conferma nelle zone alte della classifica agguantando il terzo posto in solitaria a tre punti dalla vetta occupata dalla capolista Livorno in attesa del completamento delle gare di domani. Per la Giana Erminio una sconfitta pesante, la quinta delle undici partite giocate, molto sorprendente e assolutamente inaspettata (almeno nel punteggio). A preoccupare è la mancanza di reazione dopo lo svantaggio, è mancata quella voglia di recuperare con il coltello tra i denti, gettando il cuore oltre l’ostacolo.
Mercoledì pomeriggio si disputerà la tredicesima giornata di Campionato e a Gorgonzola arriverà il Piacenza, si presenta subito l’occasione per l’immediato riscatto e per il ritorno alla vittoria. I ragazzi di Albè saranno più che motivati a dimostrare che Olbia è stato solo un episodio e ci si attende una bella prova di carattere.

In sala stampa Bernardo Mereu (all. Olbia) ha commentato così il netto successo sulla Giana Erminio: “Oggi avevamo di fronte un avversario composto da giocatori di qualità e grande esperienza, una delle squadre che più apprezzato tra quelle studiate. Posso dire che abbiamo disputato una grande partita, meritando dal primo all’ultimo minuto questa bella vittoria. Questa è stata una vittoria voluta e ottenuta dalla squadra, dal gruppo. Il lavoro e la voglia di migliorarsi stanno alla base di ogni successo. Mi è piaciuta l’intelligenza con quale i ragazzi hanno affrontato un avversario forte. L’Olbia ha fatto un gran primo tempo e Ogunseye un gol fantastico a coronamento di una bella azione. I ragazzi hanno saputo compattarsi nel momento di difficoltà, arrivato in avvio di ripresa, sino a costruire con pazienza e costanza l’episodio favorevole per indirizzare definitivamente la gara. La squadra non si è mai rilassata ed è stato importante non aver preso gol“.

Le dichiarazioni di Cesare Albè: “Mister Mereu ci ha dato una bella lezione, nulla da dire! Oggi abbiamo visto una Giana irriconoscibile rispetto alle ultime gare e probabilmente un po’ di merito per questo va anche all’Olbia. Noi abbiamo le nostre colpe, ed io per primo, ma c’è anche il merito degli avversari, ai quali bisogna fare i complimenti. Dopo aver subito il primo gol ci siamo schierati in 3-4-1-2, ma non abbiamo risolto granché e ne abbiamo subiti altri due. Sicuramente la responsabilità è mia, forse per non aver saputo caricare i giocatori al punto giusto, ma preferisco fare i complimenti agli avversari, perché li meritano tutti. Il cambio di Pinardi? Ha avuto qualche problema alla caviglia negli ultimi giorni, che non sembrava particolarmente grave, invece si è riacutizzato verso la fine del primo tempo; gli altri invece li abbiamo fatti uscire anche per risparmiarli in vista della partita di mercoledì. In conclusione si è notata una “mollezza” generale, già nel primo tempo, ma non è il caso di drammatizzare troppo: la settimana scorsa è stata l’Olbia a perdere 3-0 contro l’Arzachena, questo è un campionato duro, quindi non abbattiamoci e ripartiamo subito”

OLBIA-GIANA ERMINIO 3-0
Marcatori: Ogunseye 28’, Ragatzu 57’ (rig.), Feola 65’

Olbia (4-3-1-2): Aresti, Pisano (10′ st Pinna), Iotti, Dametto, Cotali, Muroni, Biancu, Feola (28′ st Pennington), Senesi (38′ st Piredda), Ogunseye, Ragatzu (38′ st Arras). A disp. Idrissi, Van der Want, Manca, Murgia, Vasco Oliveira, Vispo, Marongiu, Leverbe. All. Bernardo Mereu

Giana Erminio (4-4-1-1): Sanchez, Perico, Bolanumi, Montesano, Foglio, Iovine (Sosio 32’ st), Pinardi (Greselin 1’ st), Marotta, Chiarello (Degeri 21’ st), Perna (Bardelloni 21’ st), Bruno (Okyere 21’ st). A disp: Taliento, Sosio, Concina, Seck, Rocchi, Degeri, Capano, Greselin, Pinto, Bardelloni, Okyere, Caldirola. Allenatore: Cesare Albè

Direttore di gara: Marco Ricci di Firenze. Assistenti: Veronica Vettorel di Latina e Andrea Zaninetti di Voghera.

Recupero: 0’ pt, 3’ st
Angoli: 4-5
Ammoniti: Dametto 6’ st, Perna 7’ st, Sanchez 11’ st, Marotta 47’ st

Calendario e Risultati Giana Erminio

Calendario e risultati Girone A

Batosta sarda: una Giana Erminio irriconoscibile inciampa a Olbia ultima modifica: 2017-11-04T19:06:21+00:00 da Francesco Inzitari

1 Commento su Batosta sarda: una Giana Erminio irriconoscibile inciampa a Olbia

  1. Mamma mia che pena

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*