ultime dal campo

Alla Giana Erminio basta un tempo, sconfitta la Pistoiese per 2 a 0

Risultato 24 giornata lega pro www.ilovegiana.it Pistoiese Giana 0-2

Pistoia, 05.02.2017 – Sotto una pioggia insistente, si è disputata la 24° giornata di Lega Pro tra la Pistoiese, imbattuta in casa da 7 partite (ultima sconfitta il 9.10.2016) e la Giana Erminio di mister Cesare Albè.
Per quanto mi riguarda, vorrei ringraziare i giornalisti pistoiesi per la sportività, l’accoglienza e i continui elogi riservati ai biancazzurri …. mi hanno riempito di orgoglio! Non capita spesso di trovare delle persone che vanno al di là del tifo, in questo caso posso dire che mi ha impressionato la sportività dei toscani che hanno subito apprezzato il calcio proposto dai biancazzurri evidenziando come “la Giana sia una squadra che gioca a memoria”.

Proprio così, i biancazzurri stanno offrendo un gioco spettacolare degno di quelle squadre che oltre al risultato sanno coinvolgere il pubblico con il bel gioco. Il quinto posto in classifica non è arrivato per caso, in Lega Pro nessuno ti regala niente, nessuno si scansa e i ragazzi di Albè hanno lavorato sodo per raggiungere questo livello. Anche in un campo condizionato dalla fitta pioggia, almeno nel primo tempo dove era ancora possibile far gioco, la Giana è stata padrona del campo ha realizzato due reti e altrettante occasioni per arrotondare il risultato, senza subire un solo tiro in porta.

Al 13’ il goal del vantaggio dei biancazzurri grazie a un’azione in velocità con una serie di passaggi di prima intenzione, da Pinardi per Okyere che con un filtrante in area trova Iovine, che con una finta manda Sammartino in confusione e serve in mezzo Chiarello che dal dischetto del rigore infila il suo primo gol in campionato tra i professionisti con la maglia della Giana.

Alla mezzora uno scatenato Iovine salta due avversari e mette in mezzo un invito per l’accorrente Bruno, che non trova l’impatto con la palla da posizione favorevole. Poi è Chiarello a sfiorare il raddoppio, con un’azione solitaria sulla fascia destra in velocità si accentra e prova la conclusione dal limite dell’area, ma il suo tiro viene deviato dalla difesa toscana con la palla che finisce di un soffio alta sulla traversa. Al 38’ ancora pericolosi i biancazzurri, padroni del campo, con una punizione sull’out destro di Pinardi, che trova Sasà Bruno dentro l’area di rigore e di testa conclude fuori di pochissimo, facendo la barba al palo. Al 41’ l’unica occasione degna di nota per la Pistoiese con il giovane centravanti Rovini che di testa conclude schiacciando verso la porta di Sanchez, ma la palla finisce di poco sul fondo. In chiusura di tempo, al 45’ da un corner, la seconda rete; Alex Pinardi mette in area un pericoloso cross che Simone Perico, dopo un primo tentativo di testa respinto, è lesto ad anticipare il difensore con un preciso destro ad incrociare sul palo opposto e insacca per il due a zero.

Nella ripresa peggiorano le condizioni del terreno di gioco per la pioggia insistente che aumenta di intensità, non consentendo ai biancazzurri di poter giocare a calcio come sanno fare, con il possesso palla e la costruzione del gioco fatto di una serie di passaggi. Costretti a snaturare il proprio gioco, i ragazzi di Albè spazzano via la palla in avanti favorendo la carica agonistica della Pistoiese, che con la forza della disperazione e senza schemi tentano di sorprendere la retroguardia biancazzurra con lanci continui dalla metà campo cercando di sfruttare qualche possibile errore. Per i padroni di casa, l’unica occasione da rete è al 55′ quando calciano una punizione dalla sinistra e nell’area affollata Benedetti riesce ad agganciare la sfera e concludere a rete, ma un attento Sanchez con una grandissima parata devia in calcio d’angolo.

La Giana soffre più del dovuto e non riesce ad uscire fuori dalla propria metà campo, così Albè cerca qualche soluzione attingendo agli uomini disponibili in panchina. Prima inserisce Biraghi al posto di Okyere spostando Pinardi in posizione avanzata, ma i biancazzurri continuano a soffrire l’agonismo disperato della Pistoiese, che comunque non produce vere occasioni da rete ma solo tanta confusione nei pressi dell’area.

Al 75’ il secondo cambio per la Giana con Perna che sostituisce Pinardi affiancando Sasà Bruno in attacco e subito dopo Sosio prende il posto di Chiarello, in sofferenza sulla fascia destra. I due nuovi entrati entrano subito nel vivo del gioco e da quel momento in poi i biancazzurri riescono a neutralizzare ogni tentativo dei toscani. Perna è molto bravo a far respirare la squadra controllando bene le palle che vengono spazzate via dalla difesa, conquistando alcune punizioni che consentono alla squadra di alzare il baricentro, fino a quel momento troppo schiacciato in difesa. Anche Sosio riesce ad incidere positivamente sul gioco, oltre a difendere egregiamente sulla destra si propone in avanti largo sulla fascia suggerendo un facile appoggio ai compagni, costantemente pressati.

Nei minuti finali la Giana sfiora ancora la terza segnatura con Sasà Bruno, grazie a Iovine che conquista una palla strappandola ai difensori, che serve il bomber al limite dell’area che di destro calcia verso la porta ma la palla esce di pochissimo, con Sasà arrabbiatissimo per l’esito del tiro “sporcato” da una zolla.

Arriva così la sesta vittoria su dodici partite disputate fuori casa che, con un bottino di 22 punti conquistati lontano da Gorgonzola (6 v, 4 p, 2 s), è la squadra che insieme all’Alessandria ha ottenuto più punti. Sono solo 11 i goal subiti in trasferta, terza difesa dopo Alessandria 9 e Cremonese 10, e sono 18 i goal realizzati, anche in questo caso terzo attacco dopo le 20 reti messi a segno dall’Arezzo, con 13 gare disputate, e le 19 della Cremonese. Due sole sconfitte fuori casa, la prima a Cremona dove dopo 3 minuti la Giana si è trovata sotto di un goal e in 10 uomini e l’altra a Olbia il 9 ottobre 2016, dopo un primo tempo stratosferico chiuso sul 2 a 0.
La striscia positiva si allunga a 8 trasferte, 4 vittorie (Pistoiese 0-2, Carrarese 0-4, Lucchese 1-2 e Piacenza 0-1) e 4 pareggi (Como 1-1, Pro Piacenza 1-1, Renate 2-2 e Lupa Roma 0-0), un andamento da primissimi posti …..

PISTOIESE-GIANA ERMINIO 0-2

Pistoiese (4-4-2): Feola, Sammartino, Proia (Sparacello 52′), Priola, Benedetti, Rovini (Tomaselli 89′), Gyasi, Luperini (Varano 75′), Hamlili, Piccoli Neuton, Guglielmotti. A disp: Albertoni, Placido, Colombi, Pandolfi, Colombini, Varano, Tomaselli, Fissore, Sparacello. Allenatore: Gian Marco Remondina.

Giana Erminio (3-5-2): Sanchez, Perico, Bonalumi, Montesano; Iovine, Pinardi (Perna 76′), Marotta, Augello, Chiarello (Sosio 81′); Bruno, Okyere (Biraghi 70). A disp: Capaccio, Sosio, Rocchi, Biraghi, Pinto, Capano, Greselin, Perna, Appiah, Ferrari. Allenatore: Cesare Albè.

Direttore di gara: Signor Daniele De Santis di Lecce. Assistente: Federico Polo Grillo di Pordenone e Alessandro Salvatori di Rimini.

Marcatori: Chiarello 13′, Perico 45’
Recupero: 1’ pt, 4’ st
Angoli: 3-7
Spettatori: 750 circa
Ammoniti: Okyere 28’, Guglielmotti 63′, Pinardi 70′, Neuton 71′.

Alla Giana Erminio basta un tempo, sconfitta la Pistoiese per 2 a 0 ultima modifica: 2017-02-06T16:43:52+00:00 da Francesco Inzitari

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*